submit


Non sempre ci rendiamo conto che ci può essere violento con le parole, o essere violenti contro sé stessi. Il processo di comunicazione non violenta (CNV) è destinato a rispettare tutte le forme di vita. Portare il sé e l’altro di non agire per paura di una punizione, di interesse della ricompensa o il senso di colpa, ma con l’intento di capire e soddisfare le esigenze di tutti. Possiamo cercare di essere grato di questo una comunicazione quanto più possibile durante il conflitto: è quello che ho intenzione di essere collegato con me e con gli altri con cui sono in conflitto per noi per rendere la vita più bella. Un esempio è: Quando hai attraversato la strada senza guardare, ho avuto paura e ho bisogno di prendersi cura di se stessi. Vi chiedo t-a interrompere ogni volta che al passaggio pedonale e guardare a destra poi a sinistra prima di attraversare. Il controllo del processo di Non-Violenta di Comunicazione richiede a monte un lavoro sul lessico dei sentimenti e bisogni, così come la capacità di riconoscere un messaggio che ha un messaggio che esprime una necessità. Stampare l’elenco dei sentimenti e il taglio a forma di foglia albero (un senso corrisponde a un foglio) Questi due alberi rappresentano l’uomo: la prima quando i bisogni sono soddisfatti, la seconda quando i bisogni non vengono soddisfatti. Si può scrivere nel bagagliaio della prima»Quando i miei bisogni sono soddisfatti»e nel bagagliaio della seconda»Quando i miei bisogni non vengono soddisfatti». Spiega che tutti i sentimenti servono per avvisare le esigenze: le piacevoli sensazioni nel rispetto dei bisogni soddisfatti, e le sensazioni sgradevoli sulle bisogni insoddisfatti (si può chiedere ai bambini di domande:»Come ti senti quando il tuo bisogno di mangiare è soddisfatto. E quando il vostro bisogno di fame non è soddisfatto.»). Prendete un foglio alla volta: leggi la sensazione che è scritto in esso, impegnarsi in una discussione su questo sentimento, la mimica, per fare riferimento a situazioni in cui questo sentimento è stato sperimentato. Una volta che questo lavoro sul vocabolario fatto, decidere insieme quando questo sentimento è vissuto: quando un bisogno è soddisfatto, o quando un bisogno insoddisfatto. Quali esempi in passato, visto o giocato in una storia. A seconda della risposta, incollare la foglia su un ramo del primo albero, su un ramo del secondo albero. Permettere ai bambini di decorare, colorare, personalizzare i fogli (per esempio, un colore può essere attribuito alle emozioni piacevoli e altri con le emozioni spiacevoli e quindi degradare questi colori, a seconda dell’intensità del sentimento). Questo piccolo gioco è quello di identificare alcuni dei nostri bisogni, per valutare la misura in cui questi sono soddisfatti, e per vedere come nutrire bisogni insoddisfatti. Ti consiglio di scaricare le mappe delle esigenze derivanti dalla Non-Violenta di Comunicazione (alcuni bisogni di base unità di tutti noi): carte gioco CNV può giocare a questo gioco da solo o con altri, e disegnare le carte come molti come si desidera. I bambini (dai sei anni) e gli adulti possono giocare: i bambini possono avere bisogno di spiegazioni e di esempi per chiarire il significato di alcuni di questi bisogni. Abbiamo bisogno di riconoscere i nostri bisogni insoddisfatti per comunicare CON gli altri, non CONTRO gli altri: i giudizi, le critiche, le diagnosi e le interpretazioni sull’altro, sono tutte espressioni deviata dalle nostre esigenze. — Marshall Rosenberg Comunicare con i non-violenti di comunicazione ci impone di trovare l’esigenza insoddisfatta che si nasconde dietro ognuno dei nostri giudizi, perché i bisogni sono la vita in cerca di espressione. Dal momento in cui le persone parlano delle loro esigenze, piuttosto che i torti degli altri, diventa molto più facile trovare i modi per soddisfare le esigenze di tutti. — Marshall Rosenberg, Siamo in grado di formare noi stessi, come in un gioco, cercando di indovinare le esigenze per l’origine di qualsiasi messaggio. Questa capacità di discernere i bisogni degli altri è di fondamentale importanza per la risoluzione del conflitto: Ogni messaggio, indipendentemente dal suo contenuto o la sua forma, è l’espressione di un bisogno. — Marshall Rosenberg Questo gioco è ispirato dal libro Genitori rispettoso bambini rispettoso della Sura Hart e Victoria Kindle Hodson. Ogni partecipante ha le orecchie di uno sciacallo e giraffa (per essere stampato in un libro che ho citato, acquistare a buon cv o mettere mani a cono per la giraffa e i pugni stretti per lo sciacallo) Un facilitatore (preferibilmente un adulto, che è a conoscenza di NVC) sarà nominato e vi spiega i quattro modi di ascoltare un messaggio secondo il Non-Violenta di Comunicazione (NVC): Il facilitatore fornisce esempi di linguaggio sciacallo e la giraffa e i partecipanti devono mettere le loro orecchie per riflettere la lingua utilizzata. Per esempio: una volta che questo tour è stato completato, il facilitatore distribuisce le orecchie di uno sciacallo di una persona e le orecchie di uno sciacallo a un altro. A loro volta, gli altri partecipanti parlano un messaggio difficile da sentire (un giudizio, una critica, un rimprovero, nella lingua di sciacallo). La persona che indossa le orecchie di jackal risponde per primo con le spighe rivolte verso l’altro, e poi con l’orecchio rivolto verso di sé. E poi la persona che indossa le orecchie della giraffa risponde con le spighe rivolte verso l’altro, e poi con l’orecchio rivolto verso di sé. Si può immaginare altre varianti: tutti i membri indossare le orecchie giraffe, e deve rispondere nella lingua della giraffa a un messaggio aggressivo lanciato dal moderatore si può inventare un dialogo in cui ogni altoparlante indossa orecchie diverse (uno che non parla quella lingua sciacallo e l’altro solo nella lingua della giraffa) o inventare un dialogo in cui ogni relatore ha le stesse orecchie (o sciacallo o giraffa) e poi si può discutere le differenze e i risultati registrati in base al tipo di linguaggio utilizzato. Questi tre piccoli giochi di piombo per piccoli (dai sei ai sette anni), e ottimi per praticare NVC. Essi possono essere offerti in classe e a casa, per risvegliare i bambini e gli adolescenti non violenta comunicazione, la famiglia o anche nel business. Per andare oltre, il libro è Genitore-friendly, a misura di bambino (editions La Découverte) offre molti altri giochi di pratica con i bambini per aumentare la consapevolezza circa la non-violenta di comunicazione. Ottimo sito, molto utile per la mia attività di direttore del Dipartimento di Genitorialità. Grazie per tutte queste idee. Si dovrebbe verificare con l’associazione francese per Non Violenta Comunicazione. Altrimenti, ci sono i modelli per tagliare nel libro che ho citato nell’articolo. È possibile recuperare i picchi di questi passaggi e dedicare un luogo di classe o in casa di questo spazio per chiarire ciò che sta accadendo negli usa. Gli adulti così come i bambini possono andare quando si sentono sopraffatti da loro emozioni forti e hanno bisogno di una pausa per concentrarsi sulle loro emozioni e le loro esigenze. Libero: tre giochi per familiarizzare con la Comunicazione, Non Violenti in famiglia

About